I PROFESSIONISTI DEL POKER | Accademia Del Poker

Molti invidiano la vita di un giocatore professionista di poker. Chi non vorrebbe impiegare le proprie ore, giocando un gioco che ama da una vita, viaggiando per il mondo da un torneo all’altro?

Aggiungi inoltre, un ottimo stipendio, ed ecco il lavoro dei vostri sogni. Quindi come fa un professionista, a diventare un professionista?

I giocatori professionisti di poker, non si sono laureati alla Scuola Professionisti del Poker, e non c’è anche nessuna organizzazione che insignisca i giocatori del titolo di «professional» (professionisti).

E’ solamente una denominazione che qualcuno adotta per se stesso.

Anche alcune persone che perdono soldi al poker, si considerano dei professionisti.

Generalmente, una persona resolve di fare del gioco del poker la sua occupazione, per una o due ragioni:

Per prima cosa, essi possono pensare di poter fare più soldi al poker che in qualunque altra occupazione possano svolgere.

Per seconda cosa, possono semplicemente divertirsi così tanto con lo stile di vita che da il poker, da sacrificare il loro reddito per la libertà.

La maggior parte dei professionisti del poker vede il giocare al poker, come un lavoro temporaneo.

Potrebbero svolgere due lavori, o aspettare di intraprendere un’occupazione con uno stipendio più alto in futuro. Solo un numero relativamente piccolo di essi pensa che giocare a poker sia il lavoro della propria vita intera.

Un professionista solido è fondamentalmente un uomo d’affari.

Lui o lei capisce come giocare a poker per massimizzare le proprie entrate.

I profitti dei professionisti, sono del tutto differenti, e dipendono dall’abilità, dal bankroll, dagli incastri, e dalla fortuna del giocatore.

La quantità di ore che gioca un professionista è anche variabile.

L’unica cosa che hanno in comune è che il poker è la loro fonte primaria di reddito.

Le abilità naturali per il poker, sono solo una frazione di casa è necessario per guadagnare una quantità significativa di denaro giocando a poker.

Uno deve conoscere in quale tipo di partite lui o lei eccelle di più in termini di profitto orario.

Un vero, solido, professionista di poker, gioca la partita di poker che gli da il più alto profitto orario.

Generalmente, i fattori che influenzano il profitto orario, includono:

1. Le propria abilità, paragonata all’abilità degli altri
2. Il numero di mani ora/tavoli che una persona può giocare
3. La rake o la tassa a tempo
4. La variazione implicata

Presi insieme, una persona con meno abilità nel giocare le carte può facilmente guadagnare più soldi di un giocatore molto abile, se la persona meno abile è più dotata di tutti gli altri fattori.

Dato che, i professionisti sono interessati nel fare soldi, devono giocare contro persone che siano essenzialmente interessati a perdere soldi.

Questo significa giocare in partite tranquille e libere.

Anche perché un giocatore di poker vuole esercitare il suo vantaggio il più possibile, il numero di mani che gioca è un fattore molto importante.

Di sicuro, dipende dal tipo di partita che il professionista sceglie.

Se un professional è un giocatore di Restrict Maintain’em, allora la sua media di giocate ha molta importanza.

Giocare su web, su tre tavoli contemporaneamente, equivarrà facilmente a 5 volte le mani che una persona giocherebbe in un casinò reale.

Se le due persone stanno giocando lo stesso limite in partite simili, il professional su web può facilmente fare cinque volte tanto quello che fa il giocatore nel casinò reale.

Mentre il giocatore del casinò reale può focalizzarsi di più sulla sua unica partita, il professionista su web ha il vantaggio di una rake minore e l’abilità di giocare molte più mani all’ora.

Al Restrict Poker, il quantity di mani giocate è molto più importante che le letture del giocatore.

Per il poker No-Restrict, le letture sono molto importanti.

Così un giocatore può non essere in grado di giocare due o tre partite contemporaneamente.

Ancora, questo dipende dal giocatore, ma la sua scelta, di media influenzerà notevolmente il suo profitto orario.

I professionisti dei tornei esistono.

Comunque, sono rari se comparati al numero di professionisti del money recreation.

Questo perché i tornei hanno un alto livello di varianza e tendono advert avere una forte competizione, più che nelle partite a soldi.

E’ anche molto più difficile calcolare il profitto orario di qualcuno, derivato dai tornei, dato che le entrate derivate dai tornei sono molto volatili.

Mentre ci sono certi giocatori di tornei, famosi e di successo, la maggior parte di quelli che scelgono questa through finiscono fallendo.

Paragonati ai giocatori di money, i giocatori di tornei, sono noti per essere spesso in debito e per dipendere da altri che li sponsorizzano.

Ci sono quattro grandi elementi che disturbano il diventare un giocatore professionista di poker.

Per prima cosa, non è un’attività molto sociale.

Se siete un web professional, state essenzialmente a casa a giocare, con poche interazioni umane.

Non vi divertite chiacchierando davanti alla macchinetta del caffè e non destiny altre cose sociali affiliate advert un lavoro regolare.

Come seconda cosa, il poker diventa davvero monotono e veloce.

Sicuramente, un professionista può affrontare una varietà di giochi.

Ma poiché un professionista di poker è per prima cosa interessato a guadagnare soldi, egli probabilmente vorrà giocare principalmente al gioco che gli dà il più alto profitto orario.

E’ necessario dire che questo può diventare davvero noioso.

Quello di cui si preoccupa veramente un professionista, non è della fortuna delle carte, ma dei cambiamenti nel mercato del poker.

I professionisti hanno bisogno di giocare contro giocatori meno capaci.

Uno fa soldi perché ha una migliore abilità relativa rispetto advert un altro.

Le entrate monetarie di un professionista di poker, sono molto più dipendenti dall’abilità degli altri, che dalla sua stessa abilità.

Dopo tutto, lui ha probabilmente perfezionato le sue abilità più che ha potuto.

L’unica cosa che può influenzare la sua abilità relativa, è il livello di abilità dell’opposizione.

Se nessun giocatore debole entrasse nel mondo del poker, il professionista dovrebbe probabilmente cercarsi un nuovo lavoro.

Per le ragioni sopra, i giocatori di poker più solidi non diventano professionisti.

Il poker è spesso un lavoro secondario.

I «semi-professionisti» si divertono al poker, come se fosse un pastime o, un secondo guadagno, senza considerarlo una fonte stabile di guadagno.

Essi anche evitano l’essere anti-sociali, natura monotona del giocare a poker professionalmente.

Alcuni semi-professionisti guadagnano molto dal giocare a carte, anche più di molti professionisti!

Il poker come un pastime lucrativo, più che come professione, è la strada che la maggior parte dei giocatori vincenti prende

Author: info

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *